Campagna Fallo più sicuro

Contagiò il partner - arresti domiciliari

HIV, CONTAGIò IL PARTNER, TRENTACINQUENNE PATTEGGIA
L'uomo era stata costretto agli arresti domiciliari
mercoledì 29 luglio 2009 , di Il Corriere del Veneto
BELLUNO — Ha patteggiato il ragazzo calabrese, accusato di aver contagiato con il virus dell'Hiv, un ventenne bellunese. Un patteggiamento di due anni e 1600 euro per il 34enne, residente a Cassano allo Jonio (Cosenza), per una relazione chiusasi quando il giovane feltrino aveva capito che il compagno gli nascondeva la propria sieropositività. Una bugia trasformatasi in un contagio senza possibilità d’appello.
L'uomo era stata costretto agli arresti domiciliari da un’ordinanza emessa dal gip di Belluno su richiesta della Procura. I fatti risalgono all'agosto 2008. La vittima si era presentata alla questura di Belluno dopo avere saputo di avere contratto il virus. La scoperta era avvenuta dopo i controlli, avviati dopo che un conoscente aveva visto in un blog su internet il nome del suo ex compagno nell'elenco dei sieropositivi. Il bellunese aveva presentato denuncia e il 35enne era finito in un’inchiesta, condotta dal pubblico ministero Simone Marcon. La relazione tra i due risaliva al 2007. Il cosentino era nel Bellunese per motivi di lavoro. Dopo la denuncia era partita un’indagine, per lesioni personali gravi, con l'acquisizione degli esami clinici e la verifica dei possibili contatti tra la coppia e altre persone. Chiusa la partita penale, potrebbe partire a breve una richiesta di risarcimento danni.